sabato 1 maggio 2010

Ma parliamo dell'inaugurazione

Alle ore 9,00 tutti pronti, con le macchine piene di attrezzi, oggetti, acqua e piante, arriviamo all'orto e ... sorpresa non si poteva entrare, perchè? Tutto transennato, nel nostro campo doveva atterrare un elicottero. Cribbio, ma scherziamo? e le nostre piante? Tranquilli, si sistemerà proprio lì dove non è coltivato, E così è stato. Dall'elicottero è sceso San Marco, il quadro, e dopo una breve occhiata alle nostre zucchine, portato a spalla si è perso tra la folla.
Ore 12,00 installazione e inizio inaugurazione che ormai era già diventata un'unica festa con quella di San Marco, che bello, tanta gente, tanti curiosi e moltissimi interessati alla partecipazione all'orto. Per tutta la giornata, accompagnati dal un caldo sole si sono piantati i fagiolini, i peperoni e le melanzane. Con i bambini si sono realizzati gli spaventapasseri e si sono create tante nuove amicizie. L'orto urbano è nato, ora si deve amarlo.

Un orto in città, stupendo anche per una scampagnata, abbiamo mangiato tutti insieme e la prossima volta sarà con i nostri prodotti, Ciao a tutti e grazie per la partecipazione.

1 commento:

  1. quando la terra ti scalda il cuore.............

    RispondiElimina